Riapre la Biblioteca Angelo Mai!

Bergamo, 15 gennaio – si apre oggi presso Palazzo Nuovo, in Piazza Vecchia, un’esposizione bimestrale (15 gennaio – 15 marzo 2016) di manoscritti, codici e molti altri documenti archivistici, per celebrare la riapertura della Biblioteca Angelo Mai, intitolata al celebre cardinale e filologo bergamasco, dopo quattro anni di intensi restauri.

Un “istituto di conservazione della memoria storica della città”. Così viene definita la biblioteca, collocata nel cuore di Città Alta, il centro storico della Città dei Mille, nel comunicato stampa redatto dal personale della biblioteca. E’ annunciata con orgoglio la notizia della sua riapertura, resa possibile non solo dall’attività dell’Amministrazione comunale, della Commissione Culturale, dell’Associazione Amici della Biblioteca e del personale, ma anche dagli sforzi e dall’interesse di numerosi altri donatori, tra cui Club e singoli sostenitori, per ricordarci come la biblioteca, e il patrimonio culturale che essa custodisce, siano di tutti, per tutti.

Uno “spazio accogliente  dove il silenzio invita alla riflessione, ad uno studio che ha il solo scopo di scoprire il senso della vita, un luogo dove trovare se stessi”. La definisce così invece la Prof.ssa Barzanò, docente di Lettere presso il Liceo Mascheroni, sottolineando l’atmosfera di tranquillità della biblioteca e la magia che si respira nelle sue stanze, tra i suoi scaffali. Un luogo ricco, di cultura, d’informazione, di storie e racconti, di testimonianze… in una parola: di vita. Vite vissute, vite che furono, che nella biblioteca s’intrecciano alle vite che sono e che saranno. Vite che hanno voluto lasciare un segno, che hanno avuto qualcosa da dire, da insegnare, ai posteri; vite con qualcosa che valesse la pena di raccontare. Diceva Ray Bradbury: “Senza biblioteche cosa abbiamo? Non abbiamo né passato né futuro.”.

 

La biblioteca Angelo Mai sarà visitabile sabato 16 gennaio (ore 14-18) e domenica 17 (ore 10-18), con visite guidate ogni quindici minuti.

Lascia un commento