Cenerentola alla riscossa

Quest’anno la Premier League è stata stravolta dall’esplosione inimmaginabile di squadre che di norma avrebbero dovuto lottare per non retrocedere.

Ora vi presentiamo i protagonisti di questa fantastica favola: il migliore assoluto nella corsa al titolo di campione d’Inghilterra è Leicester. Dall’arrivo di Ranieri  la squadra è passata da essere un club da zona retrocessione ad essere un team in grado di competere per il titolo, cosa che ad inizio anno pareva impensabile. Osservando il valore della rosa e la disponibilità economica della società, nel settembre del 2015, nessuno si sarebbe immaginato una situazione simile all’attuale.

Sorge spontanea quindi una domanda: a cosa è dovuto questo successo? In primis all’attenta selezione oculata da parte dei dirigenti nello scegliere non nomi altisonanti, ma giocatori pronti a mettersi in gioco (come i vari Huth, Kante e Mahrer)e in seconda battuta  all’unità del gruppo. I giocatori, sebbene provenienti da esperienze calcistiche differenti, sono riusciti a costruire un gioco verticale e molto veloce in maniera tale da creare grattacapi ad ogni difesa. Ultimo ma non meno importante fattore è stata l’esplosione simultanea di Mahrer e Verdy, divenuti la coppia gol più acclamata dai tifosi.

Altro protagonista di questa fantastica favola è il Watford. La famiglia Pozzo decise di puntare in giocatori quali Ighalo e Deerey, in grado in seguito di dare fiducia ed esperienza ad un gruppo che, nonostante difficoltà e  limiti economici e strutturali, è passato da una posizione in classifica vicina alla retrocessione ad una di media classifica .

Gran parte del merito di questa riscossa è stato dello stesso Ighalo, in grado di mettere a segno  15 reti e di riprendersi dopo le esperienze fallimentari di Udine e Granada.

Non sappiamo come finirà questo campionato, ma di certo, grazie a queste imprese, l’edizione numero 117 del campionato di massima divisione inglese resterà nella memoria dei tifosi e dei veri appassionati di questo sport.

Related News
Lascia un commento