L’Arlechì, servitore di due padroni

Ciao ragazzi,
domenica cinque marzo alle ore 16:00 presso il teatro Modernissimo di Nembro si terrà la rappresentazione teatrale “L’Arlechì, servitore di due padroni” realizzato da “La Gilda delle Arti- Teatro Bergamo”.

La rappresentazione vuole riprendere “Il servo di due padroni” opera di Goldoni del 1745 ambientata a Venezia che ha come protagonista Truffaldino, un servo povero e sempre affamato che cerca di procurarsi pane e paga in qualsiasi modo; uno dei quali è proprio l’essere servo di due padroni. Per non far scoprire il suo inganno e per raggiungere il proprio obiettivo, quello di mangiare a sazietà, intreccia la storia creando guai ed equivoci.
Questa commedia espressione de “la commedia dell’arte”, in cui i personaggi recitavano senza un copione scritto, è divertente, comica e non ha come scopo quello di insegnare qualcosa o rappresentare la realtà. È una fiaba teatrale.
La rappresentazione di “La Gilda delle Arti” riprende il copione di Streheler,(primo regista italiano ad aver messo in scena l’opera di Goldoni sostituendo Truffaldino con il noto Arlecchino), seguendo però sempre l’idea goldoniana e quella di “commedia dell’arte” lasciando, quindi, grande libertà agli attori nell’interpretazione del proprio testo.

Lo spettacolo con regia di Miriam Ghezzi e direzione artistica di Nicola Armanni avrà una durata di un’ora e mezza circa.

Vi aspettiamo tutti.

Lascia un commento